Contenuto principale

Messaggio di avviso

Questo sito fa utilizzo di cookies per migliorare l'esperienza di navigazione. Per fruire del sito è necessario acconsentire o modificare le impostazioni del proprio browser. Per saperne di piu leggi l'informativa sulla privacy.

Presentazione

prova


ciao


Piano Nazionale Scuola Digitale


 PNSD


Azioni intraprese dalla scuola

  • partecipazione al bando PON n.9035 del 13/07/2015 – FESR – Realizzazione-ampliamento LAN-WLAN per la realizzazione della rete cablata e WiFi dei plessi di Via Cimabue e Via Portogallo. Bando finanziato per un importo di € 18.499,56. Tutti i lavori sono stati ultimati.
  • partecipazione al bando PON n.12810 del 15/10/2015 – FESR-  Realizzazione di ambienti digitali. Bando finanziato per un importo di € 21.990,00.
  • partecipazione al bando PON n° 5403 del 16/03/2016 – Atelier Creativi e laboratori per le competenze chiave  – Avviso pubblico per la realizzazione da parte delle istituzioni scolastiche ed educative statali di atelier creativi e per le competenze chiave nell’ambito del Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD). Bando finanziato per un importo di € 15.000. 
  • nomina nel ruolo di Animatore Digitale: prof. Giampiero Piasotti
  • nomina dei membri del Team dell'Animatore Digitale: Cossu Andrea (docente), Secci Cristina (docente), Mannino Cristina (docente), Giua M.Caterina (docente), Atzeni Alice (docente), Mereu Rosetta (personale A.T.A.)
  • attivazione da parte del docente F.S. prof. Giampiero Piasotti di un percorso di formazione di base aperto agli insegnanti dell’Istituto dal titolo Digitalizzare la didattica
  • ottimizzazione della connessione Internet in tutti plessi adottando la fibra ottica nelle zone raggiunte dal servizio
  • creazione sul sito istituzionale della scuola dello spazio dedicato al PNSD per informare sul piano e sulle iniziative della scuola
  • creazione e aggiornamento di una pagina dedicata alla formazione dei docenti sul sito della scuola
  • creazione e aggiornamento di una pagina dedicata al software didattico free sul sito della scuola
  • creazione e aggiornamento del documento sulla e-safety policy della scuola
  • creazione e aggiornamento della pagina Facebook e del canale YouTube dell'Istituto
  • coinvolgimento di esperti informatici esterni nei percorsi di formazione
  • sostegno ai docenti nell’uso di strumenti informatici, sussidi didattici, software educativi e applicazioni web utili per la didattica e la professione
  • ricognizione e mappatura delle attrezzature presenti nella scuola
  • coordinamento delle figure tecniche destinate alla manutenzione delle attrezzature della scuola
  • regolamentazione dell’uso delle attrezzature della scuola
  • fornitura di software open source, in particolare per i computer e le LIM della scuola attraverso il sito internet istituzionale
  • redazione di un Progetto Triennale di Intervento dell’Animatore Digitale per il PTOF d’Istituto
  • istituzione del team per l’innovazione digitale
  • pubblicizzazione e condivisione delle finalità del PNSD con il corpo docente
  • realizzazione di un cloud di istituto basato su Google Drive
  • produzione di documentazione digitale per l’alfabetizzazione al PNSD d’istituto
  • partecipazione alla formazione specifica per l’Animatore Digitale per il Team per l’Innovazione Digitale come previsto dalla legge
  • partecipazione dell’A.D. a comunità di pratica in rete con altri animatori del territorio e con la rete nazionale
  • progettazione, manutenzione e aggiornamento del sito istituzionale della scuola
  • messa in opera, attuazione e pubblicizzazione dei bandi PON finanziati

Azioni di prossima attuazione

  • partecipazione a futuri eventuali bandi PON
  • creazione e aggiornamento di una pagina dedicata al PON 2014-2020 sul sito della scuola
  • repository con elenco di siti, app e tutto ciò che può servire ai docenti per la didattica e la formazione in servizio

pnsd

Il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD) è il documento di indirizzo del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca per il lancio di una strategia complessiva di innovazione della scuola italiana per un nuovo posizionamento del suo sistema educativo nell’era digitale.

E’ un’azione fondamentale della Legge 107/2015 che persegue l’innovazione del sistema scolastico e le opportunità dell’educazione digitale.

Il Piano è strutturato su quattro nuclei fondamentali: strumenti, competenze e contenuti, formazione, accompagnamento.

Strumenti

Sono le condizioni che abilitano le opportunità della società dell’informazione e mettono le scuole nelle condizioni di praticarle (accesso, qualità degli spazi e degli ambienti di apprendimento, identità digitale e amministrazione digitale)

  • accesso: favorire l’accesso e la connessione attraverso fibra ottica, connettività e cablaggio interno delle scuole
  • spazi e ambienti di apprendimento: coniugare la crescente disponibilità di tecnologie a competenze abilitanti. Creare ambienti di apprendimento che facilitino apprendimenti attivi e laboratoriali. Sviluppare nuovi modelli di interazione didattica che utilizzino la tecnologia
  • amministrazione digitale: gestione dell’organizzazione scolastica e rafforzamento di servizi digitali innovativi sul territorio
  • identità digitale: dare un profilo digitale ad ogni persona della scuola

Competenze e contenuti

  • competenze degli studenti: rafforzare le competenze relative alla comprensione e alla produzione di contenuti complessi e articolati, anche all’interno dell’universo comunicativo digitale; potenziare l’alfabetizzazione informativa e digitale; valutare attentamente il ruolo dell’informazione e dei dati nello sviluppo di una società interconnessa basata sulle conoscenze e sull’informazione; costruire rapporti tra creatività digitale, impresa e mondo del lavoro; introdurre al pensiero logico e computazionale e familiarizzare con gli aspetti operativi delle tecnologie informatiche; portare ad essere utenti consapevoli di ambienti e strumenti digitali, ma anche produttori, creatori, progettisti. I docenti in questo processo sono facilitatori di percorsi didattici innovativi.
  • digitale, imprenditorialità e lavoro: sviluppo di competenze trasversali: problem solving, pensiero laterale e capacità di apprendere.
  • contenuti digitali: creare le giuste condizioni, sia tecniche che di accesso, per cui i contenuti digitali passino da eccezione a regola nella scuola; realizzazione di archivi digitali scolastici

Formazione del personale

Il PNSD prevede la realizzazione di un percorso di formazione pluriennale centrato sull’innovazione didattica, tenendo conto delle tecnologie digitali come sostegno per la realizzazione di nuovi paradigmi educativi e come mezzo per la progettazione operativa delle attività. L’obiettivo è quello di passare da una scuola della trasmissione a quella dell’apprendimento.

Accompagnamento

L’azione di accompagnamento secondo il PNSD si attua attraverso la nomina di un Animatore Digitale in ogni Istituto, la formazione interna, il coinvolgimento della comunità scolastica, la creazione di soluzioni innovative.

animatore digitale

Animatore Digitale

L’Animatore Digitale è un docente che, insieme al Dirigente Scolastico e al Direttore Amministrativo, avrà il compito di coordinare la diffusione dell’innovazione digitale nell’ambito delle azioni previste dal POF triennale e le attività del Piano Nazionale Scuola Digitale.

Individuato dal Dirigente Scolastico di ogni Istituto sarà fruitore di una formazione specifica affinché possa (rif. Prot. N° 17791 del 19/11/2015) “favorire il processo di digitalizzazione delle scuole nonché diffondere le politiche legate all’innovazione didattica attraverso azioni di accompagnamento e di sostegno sul territorio del piano PNSD”.

Si tratta quindi di una figura di sistema e non di supporto tecnico (su quest’ultimo infatti il PNSD prevede un’azione finanziata a parte per la creazione di un Pronto Soccorso Tecnico, la #26, le cui modalità attuative devono ancora essere  dettagliate).

Il Miur chiede alla figura dell’Animatore Digitale di poter sviluppare progettualità sui seguenti ambiti (cfr. Azione #28 del PNSD):

  1. Formazione interna
  2. Coinvolgimento della comunità scolastica
  3. Creazione di soluzioni innovative

Formazione interna: stimolare la formazione interna alla scuola sui temi del PNSD, attraverso l’organizzazione e la coordinazione di laboratori formativi  favorendo l’animazione e la partecipazione di tutta la comunità scolastica alle attività formative.

Coinvolgimento della comunità scolastica: favorire la partecipazione e stimolare il protagonismo degli studenti nell’organizzazione di  attività, anche strutturate, sui temi del PNSD, anche aprendo i momenti formativi alle famiglie e ad altri attori del territorio, per la realizzazione di una cultura digitale condivisa.

Creazione di soluzioni innovative: individuare soluzioni metodologiche e tecnologiche sostenibili da diffondere all’interno degli ambienti della scuola coerenti con l’analisi dei fabbisogni della scuola stessa, anche in sinergia con attività di assistenza tecnica condotta da altre figure (es. uso di particolari strumenti per la didattica di cui la scuola si è dotata, uso di software didattici, uso di applicazioni web per la didattica e la professione, pratica di una metodologia comune basata sulla condivisione via cloud, informazione su percorsi di innovazione e progetti esistenti in altre scuole e agenzie esterne).

Coerentemente con quanto previsto dal PNSD (azione #28), l’animatore digitale dell’Istituto, individuato nella figura del docente Giampiero Piasotti, presenta il proprio piano di intervento suddiviso nel triennio e inserito nel Piano Triennale dell’Offerta Formativa (PTOF).

Team per l’innovazione digitale:

  • Giampiero Piasotti (Animatore Digitale)
  • Cossu Andrea (docente)
  • Secci Cristina (docente)
  • Mannino Cristina (docente)
  • Giua M.Caterina (docente)
  • Atzeni Alice (docente)

digital bridge banner

L'Istituto Comprensivo n.3 di Quartu S.E. è una delle 26 scuole sarde selezionate dall’Ufficio Scolastico regionale che partecipano nell’anno scolastico 2017/2018 al progetto Digital Bridge. Il progetto intende proseguire l’implementazione del PNSD (Piano Nazionale Scuola Digitale) fornendo ai referenti digitali una formazione  internazionale innovativa. L’esperienza sarà condivisa e disseminata dai partecipanti alla mobilità secondo modalità pianificate dall’Animatore Digitale e dal Team Digitale dei rispettivi istituti.

Il link relativo al progetto è: https://pnsdsar.wixsite.com/digitalbridge

G Suite for Education – I.C. 3 Quartu S.E.

Accesso studenti

Oggetto: Servizi piattaforma G suite

L’I.C. 3 Quartu S.E. ha attivato i servizi della piattaforma G Suite for Education che Google mette gratuitamente a disposizione delle scuole e delle università. Questa “Suite” è costituita da un insieme di applicazioni. Le principali sono: la posta elettronica, i documenti condivisi (Google Drive), il Calendario, i siti web (Sites) e Google Classroom (classi virtuali). Le funzionalità sono le stesse degli account Gmail di tipo privato, ma la grande differenza è nelle condizioni d’uso: con G Suite for Education la proprietà dei dati rimane in capo all’utente, con totale protezione e privacy e priva di pubblicità, mentre per gli account privati le possibilità di “intromissione” da parte di Google sono numerose.

L’obiettivo di questa iniziativa è ottimizzare, attraverso le tecnologie di rete, l’attività didattica e la circolazione delle informazioni interne, come comunicazioni, documentazione e didattica (tramite uso di applicazioni specifiche).

Le applicazioni della “G Suite for Education” consentono di gestire in modo efficace il flusso informativo all’interno dell’istituto attraverso tre strumenti principali e relative applicazioni:

  • Comunicazione: Gmail, Hangouts, Calendar, Gruppi, Google+
  • Archiviazione: Drive
  • Collaborazione: condivisione di Documenti, Fogli, Presentazioni, Moduli, Sites e di Google Classroom per la gestione di una classe virtuale.

Ad ogni studente sarà assegnata una casella postale composta dal proprio nome, cognome seguita dal nome di dominio della scuola, esempio: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Gli studenti potranno utilizzare la casella di posta all’interno del dominio

@ic3quartu.edu.it e ad uso esclusivo per le attività didattiche della scuola.

Per lavorare bene insieme è utile stabilire delle regole di comportamento e il presente documento vuole appunto definire tali regole e per procedere

all’attivazione è necessaria, per gli studenti minorenni, la liberatoria da parte di un genitore/tutore.

Regola 1 – Dichiarazione

Lo Studente riceverà la password per accedere ai servizi di Google Suite for Education quando lui e i suoi genitori/tutori avranno sottoscritto e riconsegnato agli insegnanti le seguenti regole di utilizzo, dichiarando così di averle accettate e di essere a conoscenza della normativa locale, nazionale ed europea vigente reperibile anche ai seguenti indirizzi:

http://www.agid.gov.it/agenda-digitale/infrastrutture-architetture/cert-pa/misure-minime-sicurezza-ict-pubbliche-amministrazioni

http://www.miur.gov.it/-/misure-minime-di-sicurezza-ict-per-le-pubbliche-amministrazioni

http://dotsafe.eun.org/www.eun.org/eun.org2/eun/en/ds_main_/contenta054.html?lang=it&ov=13474

https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=uriserv:OJ.L_.2016.119.01.0001.01.ITA

Solo a tali condizioni lo studente avrà accesso alla piattaforma di Google Suite for Education.

 

Regola 2 - Durata del rapporto

Il Rapporto per l’uso di “Google Suite for Education” con lo Studente ha durata annuale e viene rinnovato automaticamente all'atto dell'iscrizione agli anni successivi.

 

Regola 3 - Obblighi dello Studente

Lo Studente si impegna:

  • a conservare la password personale e a non consentirne l'uso ad altre persone;
  • a comunicare immediatamente all’amministratore l’impossibilità ad accedere al proprio account o il sospetto che altri possano accedervi o qualsiasi altra anomalia o malfunzionamento;
  • a non consentire ad altri, a nessun titolo, l'utilizzo della piattaforma Google Suite for Education;
  • fermo restando l’adozione dell’Istituto di attivare procedure, hardware e software per prevenire o ridurre i rischi collegati all’accesso in Internet ed alla piattaforma, a riferire agli insegnanti se ricevono e-mail offensive. 
  • a non diffondere eventuali informazioni riservate di cui venisse a conoscenza, relative ad altri utenti;
  • ad osservare il presente regolamento, pena, a seguito di ricorrenti violazioni, la sospensione da parte dell’Istituto dell’account personale dello Studente, previa delibera del Consiglio di classe.
  • ad utilizzare i servizi offerti solo ad uso esclusivo per le attività didattiche della scuola.
  • Lo Studente e la sua famiglia si assumono la piena responsabilità di tutti i dati da lui inoltrati, creati e gestiti attraverso la piattaforma Google Suite for Education.

 

Regola 4 - Limiti di Responsabilità

L’Istituto non sarà responsabile di eventuali danni arrecati allo Studente a causa di guasti e/o malfunzionamenti del servizio e si impegna affinché la piattaforma Google Suite for Education funzioni nel migliore dei modi.

L’Istituto non è comunque responsabile della natura o del contenuto del materiale disponibile su internet.

L’Istituto declina, altresì, qualsiasi responsabilità in caso di accesso scorretto alla piattaforma da parte dello studente e per i danni che ne derivino.

L’Istituto chiede ai genitori/tutori di sottoscrivere le dichiarazioni liberatorie allegate e di riconsegnarle agli insegnanti.

 

Regola 5 - Netiquette per lo STUDENTE

Di seguito sono elencate le regole di comportamento che ogni studente deve seguire affinché il servizio possa funzionare nel miglior modo possibile, tenendo presente che cortesia ed educazione, che regolano i rapporti comuni tra le persone, valgono anche in questo contesto.

  1. Poiché il servizio è uno dei mezzi di comunicazione tra Docenti e lo Studente, dovrai accedere alla piattaforma con regolarità;
  2. se utilizzi un PC non esclusivamente tuo userai sempre il software Google Chrome o Firefox in modalità NAVIGAZIONE IN INCOGNITO;
  3. in POSTA e in GRUPPI invierai messaggi brevi che descrivano in modo chiaro di cosa stai parlando; indicherai sempre chiaramente l’oggetto in modo tale che il destinatario possa immediatamente individuare l'argomento della mail ricevuta;
  4. non dovrai inviare mai lettere o comunicazioni a catena (es. catena di S. Antonio o altri sistemi di carattere "piramidale") che causano un inutile aumento del traffico in rete;
  5. non dovrai utilizzare la piattaforma in modo da danneggiare, molestare o offendere altre persone;
  6. non dovrai creare e/o trasmettere immagini, dati o materiali offensivi, osceni o indecenti;
  7. non dovrai creare e/o trasmettere materiale offensivo per altre persone o enti;
  8. non dovrai creare e/o trasmettere materiale commerciale o pubblicitario se non espressamente richiesto;
  9. quando condividi documenti non dovrai interferire, danneggiare o distruggere il lavoro dei tuoi docenti o dei tuoi compagni;
  10. non dovrai violare la riservatezza degli altri utenti;
  11. dovrai usare gli strumenti informatici e la piattaforma Google Suite in modo Accettabile e Responsabile (P.U.A.) e mostrare considerazione e rispetto per compagni e insegnanti.

L’infrazione alle regole nell’uso della piattaforma informatica comporta sanzioni disciplinari come da regolamento d’istituto.

La scuola chiede allo studente di sottoscrivere la dichiarazione di accettazione allegata e riconsegnarla agli Insegnanti.

La scuola moderna si sta evolvendo con grande rapidità. L’introduzione delle nuove tecnologie, sostenuta dal PNSD, procede a ritmo serrato stravolgendo i metodi e la didattica obbligata ad adeguarsi a questo cambiamento epocale.

I ragazzi d'oggi, "nativi digitali" costantemente connessi alla rete, sono però particolarmente esposti ai pericoli e alle insidie che Internet porta con sé. Docenti e genitori, in quanto educatori, hanno un ruolo fondamentale nel garantire che bambini e adolescenti siano in grado di utilizzare le TIC e che lo facciano in modo appropriato e sicuro, ruolo che vede coinvolta e impegnata anche la comunità scolastica, pertanto l'I.C. n. 3 di Quartu S.E., vuole formare la sua utenza ad un uso corretto e responsabile delle TIC e porre l'opportuna attenzione alla sicurezza digitale affinché i nuovi strumenti digitali e Internet vengano utilizzati in modo positivo e responsabile. Per questo motivo, ha deciso di munirsi di un documento "ESAFETY POLICY'', che coinvolgendo le varie componenti della comunità scolastica, possa:

  • fornire un aiuto ai giovani e ai loro genitori/tutori ad essere utenti responsabili, e consapevoli nell’utilizzo del WEB;
  • arricchire il regolamento d’istituto, di punti che definiscano meglio: ruoli, responsabilità, comunicazione e condivisione della gestione delle strumentazioni tecnologiche della scuola, della strumentazione personale e della rilevazione e gestione dei casi annessi.
Allegati:
Scarica questo file (Esafety policy-IC3.pdf)Esafety policy-IC3.pdf196 kB